Chirurgo-Plastico-Estetico è un blog di approfondimento sulla medicina e la chirurgia estetica che raccoglie FAQ (frequently asked questions) sul mondo della chirurgia plastica, con le relative risposte. Se stai pensando di sottoporti ad un trattamento di medicina estetica o ad un intervento di chirurgia plastica ma hai dei dubbi o delle domande, consulta le varie sottosezioni del blog in cerca di una risposta utile oppure utilizza la funzione ricerca ed inserisci le parole chiave. Se la tua domanda non ha ancora una risposta puoi inviarla direttamente al blog cliccando qui. In breve uno specialista ti invierà una risposta tecnica personalizzata e precisa, espressa in termini non sofisticati e comprensibili a tutti. Le domande e le risposte più interessanti verranno pubblicate nel blog in forma anonima.

Buona consultazione!

Vorrei piu informazioni sulla riuscita dell’operazione e sopratutto la differenza tra fare l’iniezione e fare l’operazione

L’opportunità di scegliere tra intervento chirurgico e trattamento conservativo con tossina botulinica riguarda esclusivamente l’iperidrosi ascellare quindi do per scontato che sia questo il suo problema. Entrambe le soluzioni (punture o chirurgia) un’efficacia prossima al 100%. Il trattamento con tossina botulinica si esegue ambulatorialmente senza anestesia in circa mezz’ora e consente un recupero completo e immediato. Lo svantaggio principale è la necessità di dover ripetere il trattamento ogni 6-8 mesi a seconda dei casi, pausa che può allungarsi fino a 12-14 mesi con l’aiuto di pomate antitraspiranti. L’asportazione chirurgica richiede un intervento di circa un’ora da eseguirsi ambulatorialmente in anestesia locale. E’ necessario un periodo di riposo di circa 8-10 giorni e l’astensione dall’attività sportiva per 40 giorni. L’efficacia e molto alta ma la lunghezza (8-12cm) e la visibilità della cicatrice (nell’ascella spesso sono ipertrofiche) lo rendono un trattamento di “seconda linea” solo in casi selezionati e in pazienti particolarmente motivati.

Share