Chirurgo-Plastico-Estetico è un blog di approfondimento sulla medicina e la chirurgia estetica che raccoglie FAQ (frequently asked questions) sul mondo della chirurgia plastica, con le relative risposte. Se stai pensando di sottoporti ad un trattamento di medicina estetica o ad un intervento di chirurgia plastica ma hai dei dubbi o delle domande, consulta le varie sottosezioni del blog in cerca di una risposta utile oppure utilizza la funzione ricerca ed inserisci le parole chiave. Se la tua domanda non ha ancora una risposta puoi inviarla direttamente al blog cliccando qui. In breve uno specialista ti invierà una risposta tecnica personalizzata e precisa, espressa in termini non sofisticati e comprensibili a tutti. Le domande e le risposte più interessanti verranno pubblicate nel blog in forma anonima.

Buona consultazione!

In che casi e come si può ridurre l’eccesso di pelle dopo aver curato chirurgicamente l’obesità?

L’obesità è una patologia ben definita curabile, in molti casi, con tecniche chirurgiche di dimagrimento. A prescindere dalla metodica adottata per indurre il calo di peso (bendaggio gastrico, palloncino esofageo, diversione bilio-pancreatica, gastric pacer, etc…). La flaccidità cutanea che può risultare dopo un dimagrimento di 30-40 kg (o anche più) può essere esteticamente più sgradevole o funzionalmente più invalidante dell’obesità stessa. Per questo motivo al termine del dimagramento si rende spesso necessaria una procedura di chirurgica plastica per ridurre l’ampiezza dei tegumenti (pelle e grasso) in notevole eccesso. Le tecniche utilizzate comprendono la più classica addominoplastica, il lifting di coscia, il lifting di braccia, la dermolipectomia sottomammaria e le torsoplastiche (addominoplastiche circonferenziali).

Share