Chirurgo-Plastico-Estetico è un blog di approfondimento sulla medicina e la chirurgia estetica che raccoglie FAQ (frequently asked questions) sul mondo della chirurgia plastica, con le relative risposte. Se stai pensando di sottoporti ad un trattamento di medicina estetica o ad un intervento di chirurgia plastica ma hai dei dubbi o delle domande, consulta le varie sottosezioni del blog in cerca di una risposta utile oppure utilizza la funzione ricerca ed inserisci le parole chiave. Se la tua domanda non ha ancora una risposta puoi inviarla direttamente al blog cliccando qui. In breve uno specialista ti invierà una risposta tecnica personalizzata e precisa, espressa in termini non sofisticati e comprensibili a tutti. Le domande e le risposte più interessanti verranno pubblicate nel blog in forma anonima.

Buona consultazione!
Currently Browsing: Mastopessi

Dopo un intervento di mastopessi, il risultato può essere messo nuovamente a rischio cedimento con una gravidanza, sbalzi ormonali e conseguente allattamento?

La mastopessi è certamente un intervento il cui risultato può cambiare nel tempo a prescindere da qualsiasi condizione esterna e ciò dipende soprattutto dall’elasticità della pelle, dall’età della paziente e dal volume (e peso) delle protesi, se si tratta di mastopessi additiva. La gravidanza e l’allattamento è poi una ulteriore condizione di rischio di cambiamento per la mammella, anche quella mai sottoposta ad alcun intervento chirurgico. L’aumento di peso e volume del seno, specie durante l’allattamento, può portare a sviluppare smagliature o discesa precoce del...
read more

Mi sono sottoposta per la seconda volta, causa esito negativo del primo intervento, ad una mastopessi. Sono trascorsi appena 20 giorni e ho paura di guardarmi allo specchio. Quanto tempo deve passare per poter capire se l’intervento rispecchia le mie aspettative?

Ogni intervento di chirurgia plastica richiede un tempo di attesa ragionevole per poterne valutare il risultato che corrisponde al tempo minimo per una guarigione completa ovvero 30 giorni. L’aspetto delle cicatrici può però richiedere tempistiche molto più lunghe fino a 18 mesi come spiegato in questo articolo. Per quanto riguarda l’intervento di mastopessi, l’attesa minima è di almeno 3 mesi poiché la mammella subisce un normale assestamento gravitazionale solo nel medio periodo che le fa raggiungere la forma desiderata nel...
read more

Ho i seni molto distaccati tra di loro sembra quasi che vadano sotto le braccia. Inoltre hanno una forma a pera che pende leggermente verso il basso, nonostante la mia taglia sia solo la seconda. Esiste un intervento che possa modificare la forma o almeno renderli più centrali.

La situazione descritta richeide una visit medica per una valutazione precisa. Tuttavia in linea generale si potrebbero profilare due ipotesi. La prima, mammelle di piccole dimensioni semplicemente molto lateralizzate e cadenti. In questo caso la soluzione potrebbe essere un intervento di mastopessi additiva ovvero di sollevamento del seno (e correzione della forma) e leggero aumento, per consentire al “volume mammario” di essere spostato verso il centro. La seconda possibilità è che oltre che scese e spostate di lato le mammelle possano anche avere una malformazione, che la paziente può...
read more

Nel 2007 mi sono sottoposta ad un intervento di mastoplastica additiva con incisione sotto mammaria e ora sono in gravidanza. Posso allattare? Con quali accorgimenti? Con il tempo sarà necessario che mi sottoponga ad un altro intervento se il seno non fosse piu elastico come prima o dovesse cominciare a cadere?

L’intervento di mastoplastica additiva è perfettamente compatibile con la gravidanza e l’allattamento. In previsione del parto, a partire dal terzo mese di gravidanza è opportuno tenere molto idratata la pelle con una comune crema (la semplicissima Nivea va benissimo). E’ consigliabile anche applicare dei prodotti elasticizzanti. Le fiale della Rilastil (Ganassini) sono molto valide anche se un po’ costose. La cosa più importante è prevenire lo svilupparsi di smagliature e che la pelle perda troppa elasticità. Gli stessi accorgimenti andrebbero presi per la pancia! Dopo il...
read more

Se ci si opera in una clinica privata, cosa bisogna osservare? Cosa non deve mancare nella sala operatoria? Cosa mi devo assicurare sia presente in caso di imprevisti/emergenze?

In Italia esiste una normativa molto rigorosa sulla concessione delle autorizzazioni alle strutture sanitarie private. Per quanto riguarda la chirurgia plastica (e non la medicina estetica) le strutture idonee minime sono classificate come Strutture Extra Ospedaliere di Chirurgia le quali hanno tutte le carte in regola in termini di strumentazioni, organizzazione e sicurezza per poter svolgere tutti gli interventi sia in anestesia locale che generale, in ricovero giornaliero. Queste strutture devono avere, tra le altre cose una convenzione con un ospedale pubblico nel caso in cui dovesse essere...
read more

Ho 28 anni e come taglia praticamente non ho niente!! Vorrei un aumento della misura del mio seno ma senza l’utilizzo di protesi. E’ possibile utilizzare la tecnica di mastopessi senza protesi per ottenere l’aumento o dovrei ricorrere ad una mastoplastica additiva?

La mastopessi viene utilizzata esclusivamente per risollevare e rimodellare un seno che abbia un certo volume di partenza, in linea di massima la II-III misura. Se si parte da misure inferiori è necessario ricorrere ad una protesi con un intervento di mastoplastica additiva. Se il seno oltre che essere piccolo è anche sceso l’intervento necessario è una mastopessi additiva e cioè l’unione di una mastoplastica additiva con protesi (per l’aumento) e di una mastopessi (per il...
read more

Ho 25, dopo aver allattato due figli ho un seno più grande di una taglia e molto più rilassato rispetto all’altro! Si puo risolvere questo problema senza ricorrere all’utilizzo di protesi? A che tipo di intervento devo sottopormi per avere di nuovo due seni uguali?

In linea di massima se il volume complessivo di entrambe le mammelle è sufficiente (orientativamente una seconda misura abbondante) è possibile rimodellare uno o entrambi i seni ricorrendo ad un intervento di mastopessi semplice senza utilizzo di protesi. Consideri però che con questa procedura le mammelle vengono sollevate e “ricompattate” con perdita di circa mezza taglia. Per questo motivo se i volumi di partenza sono minori è spesso necessario ricorrere ad una correzione degli stessi con l’inserimento di una protesi.
read more

Dopo aver perso 30 kg di peso con una dieta il seno si è svuotato ed è molto sceso, è normale? E’ possibile risollevarlo senza protesi?

La perdita di peso per una dieta o un intervento chirurgico può comportare lo svuotamento e la discesa delle mammelle soprattutto dopo i 40 anni quando il volume della ghiandola diminuisce e...
read more

Ho 22 anni e il seno asimmetrico dalla nascita con una differenza di due taglie. E’ possibile correggerlo in Ospedale?

Si esaminano i casi in cui sia possibile (come per la Sindrome di Poland) eseguire in ospedale un intervento di simmetrizzazione delle mammelle.
read more