Chirurgo-Plastico-Estetico è un blog di approfondimento sulla medicina e la chirurgia estetica che raccoglie FAQ (frequently asked questions) sul mondo della chirurgia plastica, con le relative risposte. Se stai pensando di sottoporti ad un trattamento di medicina estetica o ad un intervento di chirurgia plastica ma hai dei dubbi o delle domande, consulta le varie sottosezioni del blog in cerca di una risposta utile oppure utilizza la funzione ricerca ed inserisci le parole chiave. Se la tua domanda non ha ancora una risposta puoi inviarla direttamente al blog cliccando qui. In breve uno specialista ti invierà una risposta tecnica personalizzata e precisa, espressa in termini non sofisticati e comprensibili a tutti. Le domande e le risposte più interessanti verranno pubblicate nel blog in forma anonima.

Buona consultazione!

Mi sono operato 2 mesi fa di ginecomastia e in questo momento ho il petto gonfio, pieno di linfa. E’ possibile mettere un drenaggio per farlo sgonfiare?

La ginecomastia se viene trattata con una liposcultura comporta talvolta un gonfiore che può protrarsi per alcuni mesi ma si risolve spontaneamente. Purtroppo non si tratta di un versamento ovvero di un accumulo di liquido “visibile” che potrebbe quindi essere drenato ma si tratta invece di un ingorgo del micro circolo linfatico. Possono aiutare le guaine compressive da portare giorno e notte ed eventualmente dei massaggi linfo drenanti. Per il resto, un po’ di...
read more

Il mio naso ha una piccola gobbetta ed è anche leggermente storto. Il rinofiller potrebbe essere una soluzione idonea a sistemare entrambi i difetti?

Il rinofiller è una tecnica di medicina estetica che consente di correggere le depressioni del naso e talvolta di aumentare la proiezione della punta. E’ possibile indirettamente attenuare la visibilità di alcuni tipi di gobba, riempiendo generalmente la depressione presente al di sopra della gobba stessa. Il risultato può essere anche molto soddisfacente sebbene temporaneo, come per tutti i filler. Questa ritocco non è possibile per tutti i tipi di gobba per cui una valutazione specialistica preliminare è fondamentale. In ogni caso il rinofiller non può essere utilizzato per correggere le...
read more

E’ possibile fare operazioni chirurgiche pagando soltanto il ticket se vi sono dei problemi fisici che influiscono sulla vita di una persona?

In linea di massima non è possibile fare un intervento di chirurgia estetica gratuitamente con la mutua. I rari casi possibili sono le malformazioni congenite gravi (per il seno), le insufficienze inalatorie e i traumi (per il naso), gli esiti di dimagrimento chirurgico per grave obesità (per il seno e il corpo).
read more

Ho le protesi mammarie rotte e lo so da circa un anno e non ho i soldi per pagare l’intervento. Cosa mi comporta tutto questo?

Se le protesi mammarie sono state messe a scopo curativo per ricostruire ad esempio le mammelle dopo mastectomia per tumore, è possibile sostituirle in convenzione con il SSN e quindi a titolo gratuito. Nel caso in cui le protesi siano di esclusivo significato estetico e siano effettivamente rotte, non è possibile sostituirle con la muta. L’unica prestazione erogabile dal SSN è la semplice rimozione degli impianti, per mettere in sicurezza la paziente. In ogni caso, pur non rappresentando un’urgenza assoluta, la rottura delle protesi mammarie necessita di una sostituzione o rimozione in tempi...
read more

Ho entrambi i seni ricostruiti a causa di un carcinoma che ha richiesto una mastectomia bilaterale. Da 8 anni ho delle protesi al silicone (tolta completamente la ghiandola) e da circa una decina di giorni ho prurito al seno sinistro. Il prurito è chiaramente interno e persistente. Farò a questo punto dei controlli ma cosa potrebbe generarlo?

E’ difficile capire con certezza cosa possa provocare il fastidio che riferisce anche perché un “prurito” è di difficile interpretazione soprattutto in una mammella che ha subito una mastectomia e dove quindi la sensibilità è molto compromessa. In questi casi conviene procedere con calma, senza fretta. E’ opportuno attendere qualche settimana eventualmente assumendo degli anti infiammatori o dei leggeri antistaminici. Di solito questi disturbi si risolvono spontaneamente nel tempo. Nel caso in cui il fastidio dovesse permanere si può procedere con un esame strumentale (una semplice...
read more

Mi è stata fatta la ricostruzione del seno dopo una mastectomia. Da una recente risonanza magnetica risulta inequivocabile la rottura della protesi e pertanto dovrò sottopormi ad un intervento per la sostituzione dell’impianto. Mi chiedo se sia previsto un risarcimento del danno subìto da me e dal SSN.

La risposta è no. Più precisamente, sarebbe possibile in linea teorica chiedere un risarcimento ma per questo tipo di problema non conviene. Innanzitutto va detto, come già spiegato in questo post, che la risonanza magnetica (RMN) non è un esame preciso al 100% nell’identificare una rottura protesica e non sono rari degli errori diagnostici che possono dare qualche “sorpresa” in sala operatoria. Vediamo bene quali sono le parti tirate in causa ed eventualmente danneggiate. L’intervento è stato eseguito in convenzione con il SSN nazionale quindi la paziente non ha pagato...
read more